latte-vegetale

Non solo latte vaccino

Ciao belle!
In questo post parliamo di latte. E’ un argomento che mi tocca molto, in quanto, la stragrande maggioranza delle persone associa a questo alimento, tre tipi di bevande: intero, parzialmente scremato e totalmente scremato. In tutti e tre i casi ci riferiamo, ovviamente, ad un’unica tipologia di latte: quello vaccino. E’ sicuramente il latte più conosciuto, quello che ci viene fornito sin dallo svezzamento perché considerato ricco di calcio, proteine e nutrienti importanti. Ma, essendo, un latte prodotto da un mammifero, contiene anche la sua quota di grasso e di colesterolo. Inoltre, il calcio che contiene, non viene completamente assorbito dall’organismo poiché è presenta una quantità relativamente alta di fosforo che funge da inibitore. Per questo le donne italiane, che hanno una percentuale molto alta di assunzione di latte rispetto alle donne degli altri paesi europei, soffrono ancora tanto di aterosclerosi e osteoporosi!

Sul latte vaccino potremmo continuare a parlare per ore e ore…. dagli effetti sul metabolismo (non è in grado infatti di stimolarlo positivamente), all’elevato contenuto proteico (soprattutto riguardo alle caseine, i cui effetti negativi sono stati studiati e confermati da molti lavori), ecc.

Diciamo, però, che in Italia la tradizione del latte al mattino c’è e non si vuole perdere!

Come fare allora per non rinunciarvi e, allo stesso tempo, dare un contributo alla salute?

Si potrebbe, ad esempio, iniziare a provare il latte vegetale!

Non esiste, infatti, solo il latte vaccino (che sicuramente è il diffuso), ma possiamo trovare latte anche nel mondo vegetale: soia, riso, avena, kamut, mandorla sono tra i più diffusi.

Quali sono le caratteristiche di questi tipi di latte?

Allora, partendo da quello di soia che è il più conosciuto, possiamo dire che è il latte vegetale meno calorico e il più ricco di proteine: queste si trovano in quantità sovrapponibile a quella del latte vaccino e sono di buon valore biologico. Il latte di soia ha però un contenuto di grassi nettamente inferiore a quello del latte intero. Si tratta prevalentemente di grassi poliinsaturi, compresi omega-3, mentre i grassi saturi sono molto ridotti. Esso inoltre contiene fibre, vitamine A, E, B, minerali: tra questi, il ferro è presente in quantità doppie rispetto al latte vaccino, mentre le preparazioni addizionate di calcio contengono un quantitativo di calcio paragonabile a quello del latte vaccino.

Il latte di riso, ricco di zuccheri semplici, fornisce energia prontamente disponibile. La minor quantità di proteine di questo latte sicuramente non è un problema nell’ambito di una dieta equilibrata, perché il fabbisogno proteico può essere comunque garantito da altri cibi (frutta secca, vegetali, legumi). E’ il latte meno grasso, contiene prevalentemente grassi poliinsaturi, nonché fibre, vitamina A, B, D, minerali. Il latte di riso (come la maggior parte del latte vegetale) in commercio contiene sempre oli aggiunti, in genere di girasole, ma bisogna fare sempre attenzione alla presenza di olii vegetali non meglio specificati.

Il latte di avena è quello che più adoro! Anche questo rappresenta una valida alternativa al latte vaccino, soprattutto in chi ha problemi di arteriosclerosi, perché l’avena riduce il colesterolo-LDL. E’ un latte poco calorico e con un limitato contenuto di grassi, prevalentemente poliinsaturi, mentre contiene fibre, vitamina E e acido folico e calcio. Come il latte di riso, è ricco di zuccheri semplici e fornisce quindi energia prontamente disponibile. E’ molto utile in caso di intensa attività fisica o dopo sforzi prolungati.

Per quanto il latte vegetale possa essere salutare, è bene sempre accertarsi della provenienza dei cereali, cercando di prediligere, dove possibile, quelli biologici (nel caso della soia, infatti, potremmo trovarci di fronte ad una materia prima OGM) e soprattutto coltivati in Italia.

Io mi trovo benissimo con la linea Bio di Carrefour, grazie alla quale riesco a conciliare qualità e prezzo! Voi che ne pensate di questi prodotti?

 IMG_6319

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>